Se anche tu a breve sarai alle prese con i traslochi Roma dovresti conoscere qualche consiglio utile per organizzare gli scatoloni come fanno i veri professionisti del settore.

Scrivere dove va messo

Per iniziare, prendi un pennarello indelebile a punta grossa e scrivi direttamente sulla superficie dello scatolone dove va messo. All’interno di una scatola, dovrebbero esserci solo oggetti che appartengono alla stessa stanza, motivo per cui puoi indicare dove bisogna trasportare la scatola durante i traslochi Roma. È un ottimo consiglio che tutti dovrebbero seguire fin da por apre evitare di fare confusione e ritrovarsi pieni di scatole ovunque.

Assegnare un numero

In linea di massima, sarebbe sempre una buona idea durante i traslochi Roma assegnare un numero progressivo a ogni scatola. È un piccolo trucchetto che usano sempre i traslocatori più esperti per tenere sotto controllo la quantità di scatoloni che stano usando. Potrebbe sembrare una cosa da poco, tuttavia torna utile per sapere quante scatolone ci sono in totale e fare un appello, evitando di perdere qualcuna per strada. Per alcuni sembra fantascienza sebbene non sia così raro andare in confusione durante momenti caotici e concitati come quelli dei traslochi che sono davvero più complessi di quanto si possa credere.

Avvertire se ci sono dei materiali fragili

Durante i traslochi Roma puoi prendere una etichetta adesiva e metterla sugli scatoloni per scrivere sopra alcune informazioni importanti. Ad esempio, molti si fermano a indicare se all’interno del contenitore sono presenti degli oggetti fragili che rischiano di infrangersi o rompersi durante il tragitto e che quindi richiedono maggiore attenzione.

Indicare il verso il cui va alzato

Infine, è sempre una buona idea indicare con maggiore precisione il verso in cui va alzato lo scatolone durante i traslochi Roma. Questo è ancora più vero se hai utilizzato un vecchio scatolone con tante scritte stampate sopra. Potrebbe esser meglio fare una grande freccia per evitare che la scalota venga trasportata tutta storta, vanificando l’attento e accurato lavoro di divisione interna degli oggetti che avevi fatto.