Tra i materiali da costruzione e finitura più importanti e utilizzati bisogna sicuramente contare le lamiere in alluminio che possono essere prodotte in modo differente e hanno moltissime applicazioni in diversi campi. Grazie a questa guida completa è possibile avere informazioni più sulla lamiera alluminio e capire meglio la sua importanza.

Definizione: che cosa sono

La lamiera in alluminio è un semilavorato siderurgico a forma piana che trova impiego in moltissime lavorazioni. La larghezza e la lunghezza di una lamiera possono essere modificate in base all’uso che si deve fare, e lo stesso vale per il suo spessore. Sono due differenti processi logici per ricavare le lamiere: a caldo oppure tramite taglio di un nastro largo o nastro largo cesoiato.

Materiali: quali utilizzare

Per realizzare le lamiere si possono utilizzare moltissimi materiali differenti tra cui l’ottone, il titanio, il rame, il bronzo, il nichel, lo stagno, piombo, il titanio, etc. Le più utilizzato in assoluto restano però quelle realizzate con l’alluminio che è un materiale facile da lavorare e super resistente, adatto a diversi utilizzi professionali e non. Le caratteristiche dell’alluminio sono motivo per cui le lamiere sono principalmente realizzate con questo materiale. Una lamiera in alluminio si adatta a diversi usi perché resistente e non subisce conseguenze dovute a sollecitazioni e danneggiamenti vari. Questo materiale si differenzia per la sua leggerezza. Ha anche un grande effetto decorativo per cui si impiegano le lamiere di alluminio non solo nei processi produttivi, industriali e meccanici.

Una lamiera alluminio può avere forme differenti iniziando dalla plastica rigida oppure dall’ondulata, anche se è molto diffusa. Esistono anche lamiere forate, stirata o a rilievo. È possibile anche scegliere quale finitura la lamiera deve avere come lucidata, spazzolata, laccate, etc.

Impiego: dove si utilizzano

La lamiera si usa principalmente per i processi di saldatura, ma anche per rivestire un altro materiale con il metallo. Si usa moltissimo anche per la verniciatura, ma sono il settore edile e di carpenteria che ne fanno largo uso. Elementi strutturali di una abitazione sono realizzati con le lamiere. Utilizzando un’ottima materia prima è possibile avere finiture di alta qualità.

Se la lamiera è il rame, si usa soprattutto nel settore elettrico. Quelle di ottone invece si usano principalmente nell’oggettistica. Le lamiere in bronzo si applicano a moltissimi settori, come capita a quelle in alluminio.

La carpenteria metallica, le costruzioni meccaniche e industria in generale usa soprattutto lamiera alluminio la quale ha caratteristica di resistenza superiori a dati materiali. Il costo del metallo utilizzato, inoltre, è abbastanza contenuto e quindi è conveniente preferire questo prodotto.

Finiture: le finiture

Le lamiere in alluminio possono avere delle finiture particolari che si affiancano ai profili più tradizionali. Visto che sono impiegate non solo in processi meccanici ma anche come finiture, le lamiere possono avere varianti particolari come: mandorlata, a grana di riso, forata, millerighe, americana, a rombi. Sono effetti da scegliere in base risultato finale che si desidera ottenere con questo prodotto così versatile e vantaggioso.