Ecco quali sono le 6 fasi di un trasloco (prima parte). Questa è solo la prima parte delle 6 fasi poiché le successive 3 fasi sono spiegate nel dettaglio di seguito.

Fare ordine. La fase zero di un trasloco è fare ordine tra le vostre cose poiché tutto quello che c’è in casa deve essere portato presso la nuova sistemazione. Ricordatevi allora di eliminare una volta per tute quello che non serve. Questa regola vale soprattutto per il guardaroba: togliete tutti i vestiti, gli abiti e gli indumenti che non usate da un anno almeno, oppure donateli. I libri che hai in casa potete sempre portarli al book crossin.

Inscatolare. La prossima fase prevede di mettere in scatoloni e altri contenitori simili tute le vostre cose. Dovete vuotare tutte le mensole e i mobili, potete iniziare questa fase molto prima della data del trasloco e mettere via le cose che non utilizzate abitualmente, come gli utensili per la cucina, i libri, il guardaroba della stagione non in corso etc. Mettete gli oggetti in modo ordinato nello scatolone, senza mischiarli con oggetti di altre stanze altrimenti fate confusione. Chiudete lo scatolone e scrivete in che stanza va portato ricordate di assegnare un numero progressivo. Questa specie di codice, per esempio “sala 2” o “camera 3”, potete trascriverlo su un’agendina dove scrivete il contenuto in modo più dettagliato.

Smontare. La terza fase del trasloco prevede di smontare tuti i mobili che avete in casa. Prima di cominciare, ricordate di scatterei delle foto con lo smartphone in modo da ricordarvi come erano i mobili, anche all’intero. Ora dovete assicurarvi di avere gli attrezzi necessari, compresa una scala se il mobile è alto. Iniziate togliendo le parti interne come ripiani e cassetti. Poi passate all’esterno, partendo dall’alto. Tutti i meccanismi e le viti che avete tolto non dovete mischiarle con altre e allora prendete una scatolina o un barattolo per tenerle separate.

Scopri altri dettagli e informazioni sul sito web mistertraslochi.com .