SabbiaturaMetalliLa pistola sabbiatrice, come una normale macchina sabbiatrice, è in grado di rimuovere residui di vernice, ruggine e ossidi che, col tempo, possono essersi depositati sulla superficie metalliche. Nel settore industriale, in cui le pistole sabbiatrici trovano scarso impiego, la sabbiatura del ferro si compie sugli scafi delle navi o per la pulizia ordinaria di supporti metallici di estensione superiore.

In ambito bricolage e fai da te, la sabbiatura del ferro con il supporto della pistola è impiegata per la pulitura di superfici di dimensioni ridotte, che non possono essere trattate con normale carta abrasiva o con il tacchetto. Rientrano in questa categoria gli oggetti che presentano forme irregolari o che in genere non siano facilmente lavorabile manualmente.

SABBIATURA DEL FERRO: LA CORRENTE SABBIATRICE PIU’ ADATTA

La corrente abrasiva utilizzata per la sabbiatura del ferro con pistola sabbiatrice è composta da graniglia e aria. Quest’ultima, attraversando velocemente la pistola, è in grado di aspirare la sabbia da un condotto preposto allo scopo. La corrente abrasiva è regolata dall’ugello che, oltre a veicolare il getto di graniglia, può dosare la sua fuoriuscita formando un cono più o meno largo.

Il flusso di sabbia che fuoriesce dall’ugello ha pressione sufficiente a dilavare la superficie ferrosa sottoposta a sabbiatura, eliminando vernice, calamina, ruggine o altri ossidi.

Le pistole sabbiatrici sono, di norma, a tubo pescante o a serbatoio. Nel caso di lavorazioni poco impegnative o sporadiche, la scelta ricade sul modello a serbatoio. Il modello a tubo pescante, invece, può essere inserito direttamente nel contenitore della sabbia, creando così un circuito chiuso.

Per poter funzionare, la pistola sabbiatrice ha bisogno di un compressore d’aria, con pressione minima di 8 bar. Nel caso in cui l’operatore debba servirsi di un compressore a volume ridotto, allora la pistola sabbiatrice si collega alla presa diretta e non al regolatore di pressione.

Per questa ragione, è possibile ottenere un getto di sabbia solo con diversi intervalli di lavorazione, che consentono la completa ricarica del compressore. In più, per ottenere un risultato ottimale, è opportuno che il getto di sabbia non sia direzionato in maniera perpendicolare alla superficie, che deve sempre essere ancorata saldamente o tenuta con una pinza.