Quando una persona anziana inizia a non essere più del tutto autosufficiente ci sono due alternative da prendere in considerazione: la casa di riposo oppure stare a casa con un’assistente domiciliare. Gli anziani possono avere problemi di deambulazione oppure avere dei problemi di memoria dovuti all’Alzheimer che purtroppo sta diventando una vera piaga. Ci sono diverse situazioni che vengono gestite meglio se si preferisce l’assistenza domiciliare piuttosto che case di riposo o residenze per anziani.

Perché preferire una badante

Una badante Roma è la persona migliore a cui affidare le cure di una persona anziana non autosufficiente. Ci sono diversi vantaggi nel preferire una soluzione di questo tipo, piuttosto che mandare una persona anziana in casa di riposo. Alcuni dicono che non c’è nulla di male ma si tratta di struttura molto costose e, se si vuole andare al risparmio, il rischio è di scegliere una struttura di scarsa qualità con personale non attento e servizi minimi. Purtroppo, ci sono stati episodi di personale delle case di riposo che lasciva i pazienti incustoditi per ore e ore senza preoccuparsene, questo è dovuto al fatto che si pagano poco certe strutture che non garantiscono un livello minimo di servizio. Per esser certi che il proprio famigliare abbia cure puntuali l’unico modo è preferire una badante.

Per esser certi che le persone non più autosufficienti vengo trattate con rispetto e ricevano le attenzioni che meritano, si deve preferire una badante Roma che può esser controllata meglio. Lasciando l’anziano in casa sua, le visite sono più frequenti, anche solo per darsi in cambio con l’assistenza domiciliare che ha diritto a qualche ora libera durante il girono. In tale maniera, al badante sa di dover prendersi cura assiduamente della persona a lei affidata senza il rischio di subire maltrattamenti. I rischi che una persona anziana non autosufficiente non del tutto presente venga tratta male sono molto ma molto inferiori se si preferisce la soluzione dell’assistenza domiciliare.