I pro e i contro della rsa

Ci sono molti lati positivi nel preferire un ricovero per anziani quando la persona non è più autosufficiente poiché si tratta di una struttura dove è sempre presente il personale medico e di assistenza h24, potendo così intervenire tempestivamente, in caso di bisogno. Questo è un fattore che molti anziani giudicano come molto positivo, ma ci sono anche altri punti che devono esser presi in considerazione quando in famiglia si valuta se è meglio la rsa o stare a casa con la badante. La casa di riposso costa davvero molto e questo non è l’unico punto a sfavore. Lala casa di riposo, l’anziano impiega un po’ di tempo ad ambientarsi perché non conosce l’ambiente. Questo è un problema perché può confondersi. Spesso in una residenza per anziani, le persone ricevono meno visite rispetto a quando erano a casa e si lasciano andare, perché si sentono abbandonati e come un peso per la famiglia. Le persone anziane socializzano tra di loro ma la maggior parte e del tempo sono parcheggiate davanti alla tv.

I pro e i contro dell’assistenza domiciliare

L’assistenza domiciliare è una delle migliori soluzioni quando un anziano non è più autosufficiente. La badante Roma aiuta a svolgere le normali operazioni quotidiane, come fare la spesa, cucinare ma anche prende i farmaci prescritti, alzarsi, sedersi, lavarsi etc. La persona non più autosufficiente che resta a casa sua ha dei vantaggi in merito alla conoscenza dell’ambiente, evitando di esser confuso e rendendo meno facile cadere. Svolgere attività normali come uscire per delle commissioni, fa sì che l’anziano trascorre il suo tempo serenamente. Le visite da parte dei parenti sono molto frequenti, inoltre. Quello che forse è l’unico punto a sfavore di questa situazione è che la badante non può esser presente h24. Chi ha necessità di un’assistenza continua può aver bisogno di una badante Roma per la notte oppure spesso si alternano i parenti per poter coprire tutte le 24 ore.