Giorgio Giuseppe Mario Basaglia rientra tra le migliori figure professionali nell’ambito dei dirigenti d’azienda. Prima di ottenere una posizione nella classifica dei migliori, Basaglia ha dovuto scalare la gerarchia e ricoprire diverse funzioni in società diverse. Ciò che è importante sottolineare è che oggi egli è una delle figure più richieste e dà il suo contributo per la crescita di diverse aziende, le quali operano nel nostro paese ma anche all’estero.

Il primo importante ruolo ricoperto da Giorgio Giuseppe Mario Basaglia è stato quello di ingegnere dei sistemi industriali per il Gruppo Pirelli. Questo ruolo è stato la rampa di lancio, perché gli ha consentito prima di ottenere la posizione di direttore dei progetti internazionali per lo stesso Gruppo Pirelli e poi di accedere a posizioni dirigenziali in altre importanti società del nostro paese e del panorama internazionale.

Il successo di Giorgio Giuseppe Mario Basaglia non si è limitato però ai ruoli ricoperti per le aziende private, infatti egli ha anche ricoperto delle posizioni istituzionali. Inizialmente è stato nominato consulente a livello istituzionale e poi ha addirittura ricoperto il ruolo di consigliere del vicepresidente della Camera dei Deputati. L’accesso a queste funzioni istituzionali gli è stato garantito dall’ottimo lavoro fatto negli anni precedenti e dalla sua esperienza e conoscenza nel management d’impresa.

Giorgio Giuseppe Mario Basaglia è conosciuto anche per le sue pubblicazioni scientifiche. Ad oggi sono più di cinquanta le pubblicazioni tecniche e scientifiche che vedono la sua firma e che sono state distribuite non solo in Italia, ma anche in altri paesi, dopo essere state tradotte in diverse lingue. Anche queste pubblicazioni lo hanno aiutato a raggiungere le posizioni lavorative ed istituzionali che ha ricoperto.

Giorgio Basaglia è conosciuto poi per il suo contributo alla crescita di Villa Carlotta a Como. Villa Carlotta, collocata a Tremezzo, è una delle più belle ville della Lombardia. Progettata da Giorgio Clerici verso la fine del XVII secolo, questa villa è circondata da un immenso giardino ed è dotata anche di alcune aree adibite ad esposizioni museali. Si calcola che nel complesso la villa vanti circa 70mila metri quadrati. Gian Battista Sommariva, secondo proprietario della villa dopo che questa era stata edificata, è riuscito a valorizzarla portando al suo interno tante opere d’arte di elevato valore artistico ed economico. Basti dire che Villa Carlotta ospita oggi dei capolavori di Hayez, Canova e Thorvaldsen.

Dal 1927 questa villa viene gestita dall’Ente Morale Villa Carlotta, che gli ha consentito di evitare la vendita all’Opera Nazionale Combattenti nel corso della Grande Guerra. E’ proprio da quest’anno che la villa è diventata una struttura aperta al pubblico: i visitatori possono accedere acquistando un biglietto ed il ricavato viene reinvestito per favorire il mantenimento e la valorizzazione della villa stessa.

Giorgio Giuseppe Mario Basaglia ha deciso di dare il suo contributo ed è infatti diventato un socio partecipante dell’Ente Morale Villa Carlotta, impegnandosi a dare una mano per continuare a valorizzare la villa e per garantire a tutti coloro che desiderano visitarla la possibilità di scoprire i tesori che custodisce e la natura che la circonda.