Cosa visitare a Macerata

Le bellezze di Macerata sono tutte più o meno concentrate in una zona vicino Piazza della Libertà. Questa piazza è caratterizzata dalla Loggia dei Mercanti, che fu fatta edificare da Alessandro Farnese. Sempre nella stessa zona c’è il Palazzo dell’Università, il Palazzo Comunale e il Teatro Rossi.

Passando su Piazza Strambi si può ammirare la chiesa della Madonna della Misericordia, ricostruzione di una cappella votiva del 1400, costruita da Luigi Vanvitelli. Non molto lontano dalla chiesa c’è il Duomo che risale all’XI secolo ma ricostruito ad opera di Cosimo Marelli nel XVIII secolo. Sempre qui vicino c’è la chiesa con la cupola ottagonale di Santa Maria delle Vergini. Al suo interno ci sono opere del Tintoretto.

Lo Sferisterio è il monumento simbolo di Macerata, unico nel suo genere in Italia, è un edificio in stile neoclassico in cui si giocava alla palla al bracciale. Questo monumento richiama, nello stile, gli anfiteatri romani. Nei pressi della città di Macerata si possono visitare anche le rovine di Helvia Ricina, un’antica città romana rasa al suolo dai Visigoti.

Maggiori informazioni turistiche sulle Marche su questo sito sulle grotte di Frasassi.