1. La carta igienica. Potrebbe sembrare strano ai più ma la carta igienica non dovrebbe finire nello scarico del wc, soprattutto per chi ha una fossa biologica perché riempie il pozzo nero sempre di più. La carta andrebbe raccolta in un cestino apposito presente in bagno oppure si può usare la carata solubile apposita.
  2. Il cibo avanzato. Gli avanzi non vanno buttai nel lavandino perché vanno a finire nel pozzo nero, andando ad aumentare il livello e fermentando possono anche dare origine alla risalita di cattivi odori che impestano la casa.
  3. Vernici, colle, solventi. I prodotti come vernici, solventi e colle non sono mai da gettare nello scarico perché possono andare ad alterare il delicato equilibrio batterico che consente una parziale purificazione dalle parti inquinanti.
  4. Terra, sassolini e spazzatura. La spazzatura che contiene terra, sassolini etc. può essere buttata in giardino ma non nel wc perché causa problemi al pozzo nero o alla fossa biologica che va fatta svuotata periodicamente dalla ditta di spurgo fognature Roma.
  5. Il pesciolino morto. Se il pesciolino rosso che sta nella sua boccia di vetro muore, non si deve
  6. Olio e grasso di cottura. Se non si vuole avere a che fare così spesso con lo spurgo fognature Roma non si devono gettare nello scarico nemmeno oli e grassi di cottura.
  7. I prodotti per profumare. Molti sono soliti buttare in particolare nello scarico del wc dei prodotti per profumare come pastiglie e tavolette, che hanno il compito di contrastare i cattivi odori.
  8. Pannolini, pannoloni, assorbenti. Alcuni sono soliti buttare i pannolini nel wc ma questi andrebbero a finire nel pozzo nero costringendo a chiamare lo spurgo fognature Roma. Lo stesso vale per assorbenti e pannolini. Anche le salviettine umidificate non sono mai da buttate nello scarico.
  9. Cotone, cotton fioc e leva trucco. Insomma tuto ciò che non è acqua a deiezioni non deve finire nello scarico perché tutta l’acqua scaricata e il suo contenuto va nella fossa biologica