È fondamentale saper riconoscere la presenza di tipi e ratti osservando alcuni segnali rivelatori. Per scoprire quali sono di preciso, è sufficiente

  1. Segni di impronte

I topi e i ratti lasciano delle impronte sia con le zampe che con la coda che è facile avvistare in ambienti polverosi o on altri residui, come capita negli edifici abbandonati o con poco passaggio. Per capire se ci sono dei topi in casa basta spargere lungo i muri un sottile strato di borotalco o una polvere simile come farina. È sufficiente usare la luce intensa di una torcia tenuta con un angolo basso per individuare questi segni rilevatori. Se si notano queste impronte, è necessario chiamare immediatamente la derattizzazione Roma.

  1. Segni di scavi e passaggi

In particolari i ratti grigi sono molto abili nel creare passaggi e scavare per arrivare dove desiderano. Sono animali molto adattabili che nidificano in spazio come cantine, garage, box auto, magazzini, edifici abbandonati, capannoni etc. Il segno della loro presenza è un intricato sistema di tane e cunicoli che si possono trovare tra l’Erba ma anche nella terra, sotto le coperture, tra il compost e nei materiali ammassati. Per evitare di dover chiamare la derattizzazione Roma, è necessario tenere sempre in ordine ed evitare di creare le condizioni favorevoli all’arrivo di questi roditori pericolosi per la salute.

  1. Tane di ratti e topi

Ovviamente, tra i campanelli dai allarme vanno nominate anche le tane di questi piccoli roditori. I topi costruiscono le loro tane in zone calde e nascoste usando del materiale triturato come può essere cartone, fogli di giornale ma anche tessuti. Spesso sono situate no troppo distante delle fonti di cibo. Un consiglio degli esperti di derattizzazione Roma è controllare periodicamente nei luoghi a rischio come sotto gli elettrodomestici e i mobili della cucina che spesso sono sollevati da terra e lasciano uno spazio che i topi adorano per insediarsi.